logo unione sportiva quercia

Dao Conad Itas Mutua Dolomiti Energia Trentino
seguici su
seguici su Facebook seguici su Instagram
Settore assoluto

Doppio Argento per le staffette ai Campionati Italiani di Cross

Il 9 marzo 2024 sara' una giornata da ricordare per la Quercia perche' porta entrambe le squadre assoluto sul secondo gradino del podio ai campionati italiani assoluti in programma a Cassino (FR).
Riproponiamo la cronaca della gara presa dal sito federale fidal.it

STAFFETTA DONNE (4x2km) – La prima frazione esalta Giulia Macchi (Bracco Atletica), subito al comando per cambiare con 10 secondi di margine su un terzetto composto da Paola Parotto (Quercia Dao Conad), Matilde Mologni (Pool Atl. Alta Valseriana) e Daniela Maugini (Studentesca Rieti Andrea Milardi): le campionesse in carica del Cus Pro Patria Milano (stessa prima frazionista del 2023, Virginia Olivieri) passano a 18 secondi, mentre l’Arcs Cus Perugia transita a 41 secondi di ritardo con Francesca Scabissi. Per la Bracco entra in gioco Sofia Camagna: il club milanese riesce a mantenere il comando con sei secondi sulla Quercia Dao Conad di Giulia Tonolli, #ILoveRun Athletic Terni rimonta con Giulia Colarieti portandosi al terzo posto a soli otto secondi dalla testa ma è formidabile la rimonta di Elena Ribigini, che recupera 29 secondi riportando l’Arcs Cus Perugia a soli 12 secondi dalla vetta, con un’altra azzurrina come Lorenza De Noni che permette all’Atletica Silca Conegliano di salire fino al quinto posto, precedendo Pool Società Atletica Alta Valseriana (Gaia Sangiovanni), Cus Pro Patria Milano (Matilde Bonacina) e Studentesca Rieti Andrea Milardi (Cecilia Plini).

Formazione delle ragazze, argento in staffetta
Formazione delle ragazze, argento in staffetta

Il tricolore prende una direzione precisa nella terza tornata: per l’Arcs Cus Perugia Laura Ribigini, azzurra sui 3000 agli Europei under 20 di Gerusalemme 2023, riprende la Bracco Atletica di Camilla Galimberti lungo la discesa e poi la stacca per cambiare in testa; in seconda posizione risale la Quercia, con Valeria Minati autrice di un’ottima frazione che paga al cambio solo sei secondi dalle battistrada perugine, mentre la Bracco è terza a 10 secondi. Solo altre due formazioni chiudono entro il minuto di ritardo: Melania Rebuli per la Silca Conegliano a 35 secondi e Axelle Vicari per il Cus Pro Patria Milano a 37.

La quarta frazione vive sul duello tra Melissa Fracassini (Arcs Cus Perugia) e Linda Palumbo (Quercia Dao Conad), con l’umbra in veste di “lepre” e la trentina in caccia di una rimonta: Palumbo recupera qualcosa nella prima parte dell’ultima tornata ma lungo la salita Fracassini guadagna metri preziosissimi per spegnere le velleità dell’azzurra dei 3000 siepi all’ultima Universiade. L’Arcs Cus Perugia, in 29:41, trionfa per la prima volta nella staffetta dei campionati italiani di cross: è il primo successo in 10 edizioni di una società non lombarda dopo sette vittorie del Cus Pro Patria Milano e due dell’Atletica Bergamo 1959; la Quercia Dao Conad bissa in 29:49 l’argento 2022 con un quartetto per tre quarti identico; per il bronzo arriva la zampata del Cus Pro Patria Milano (30:35) con l’ottima frazione finale di Luisa Gaia Dal Molin a mantenere il club più decorato nella storia della specialità sul podio superando negli ultimi 400 metri Breanna Selley e la Bracco (30:45). Quinto posto per la Studentesca Rieti Andrea Milardi con Livia Caldarini; a completare le prime otto squadre Atletica Silca Conegliano, #ILoveRun Athletic Terni e Pool Società Atletica Alta Valseriana.

STAFFETTA MASCHILE (4x2km) – Più difficile individuare vere squadre favorite, a differenza della gara femminile: a candidarsi sono due formazioni trentine, Us Quercia Dao Conad e Atletica Valle di Cembra, che con la prima frazione riservata agli allievi intavolano la fuga rispettivamente con Fabio Mozzi e Alessio Zandonella, cambiando con otto secondi sulla Vittorio Alfieri Asti (Mattia Ippolito) mentre a 11” Riccardo Serafini guida per l’Athletic Firex Belluno un quartetto di inseguitori che comprende pure Cus Pro Patria Milano (Michele Alamia), Atletica Pietrasanta Versilia (Riccardo Mannini) e Atletica Bovolone (Cristiano Garavaso); a 26 secondi transitano i campioni in carica del Gruppo Alpinistico Vertovese (Cristian Mucci) e la Trieste Atletica di Elia Di Biagio. La classifica viene stravolta nella seconda frazione: Edoardo Del Carlo per l’Atletica Pietrasanta Versilia transita al comando al cambio, ma ancora più importante nell’economia della corsa è la tornata di Francesco Micolaucich, che per la Trieste Atletica rimonta 24 secondi dalla testa salendo dal 15esimo al secondo posto (poco dietro Atletica Bovolone, Quercia Dao Conad e Cus Pro Patria Milano, con Alberto Pomini, Nicola Vanzetta e Federico Perrella quali secondi frazionisti).

I ragazzi conquistano un sorprendente argento
I ragazzi conquistano un sorprendente argento

La bella frazione di Micolaucich è un assist per Niccolò Galimi: il triestino prende la testa e fa il vuoto, con Nicolò Da Prato che mantiene l’Atletica Pietrasanta Versilia in seconda posizione a 12” e il tandem Cus Pro Patria Milano (Filippo Mariani)-Us Quercia Dao Conad (Mattia De Barba) a inseguire a 17” poco davanti all’Atletica Bovolone, quinta con Edoardo Garavaso a 22 secondi. Gara decisa? Un’idea che non condivide Giovanni Gatto: il siepista dell’Us Quercia Dao Conad si mette all’inseguimento di Federico Fragiacomo, ultimo frazionista della Trieste Atletica, imitato nella prima parte da Aymen Ayachi. Il portacolori del Cus Pro Patria Milano non tiene il passo di uno scatenato Gatto, che riprende e supera Fragiacomo sull’ultimo e più breve strappo: il triestino però resta in scia e poco prima dell’ultima curva a “U” si riporta davanti. L’epilogo è al cardiopalma: Gatto risponde subito, si inserisce all’interno nell’ultima curva e imbocca il breve rettilineo finale al comando, ma Fragiacomo ha gestito le forze con sagacia e negli ultimi 40 metri ha piedi più brillanti che gli permettono di beffare al fotofinish l’avversario (25:30 il tempo di entrambi). Il Cus Pro Patria Milano con Ayachi gestisce il finale ed è bronzo (25:49), ma sono da rimarcare anche l’ottimo quarto posto (26:04) dell’Atletica Bovolone con la chiusura di Daniel Turco e la coraggiosa gara terminata al quinto posto dell’Atletica Pietrasanta Versilia (26:08) con la quarta frazione di Filippo Baldini. In top 8 entrano due team di Assindustria Sport al sesto e all’ottavo posto, con l’Atletica Valle di Cembra in settima posizione.

...e non e' finita qui perche' domani ci sono le prove individuali.

Cassino (09/03)
Campionato Italiano di Cross, prova di staffetta 4x2km
Uomini: 2. US Quercia DAO CONAD con Fabio Mozzi, Nicola Vanzetta, Mattia De Barba e Giovanni Gatto.
Donne: 2. US Quercia DAO CONAD con Paola Parotto, Giulia Tonolli, Valeria Minati e Linda Palumbo.

Fotogallery (Grana/FIDAL)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,156 sec.