logo unione sportiva quercia

Dao Conad Itas Mutua Dolomiti Energia Trentino
seguici su
seguici su Facebook seguici su Instagram
Varie

Presentato il 59° Palio Città della Quercia

Quattordici medagliati di Budapest tra cui quattro neocampioni iridati, tre campioni olimpici in carica ed una sfida sui 100 metri che si preannuncia da record con l’emergente giamaicano Oblique Seville contrapposto al keniano Ferdinand Omanyala e al campione europeo indoor Samuele Ceccarelli, oltre che ai due campioni mondiali della staffetta 4x100 targata USA JT Smith e Brandon Carnes e all’altro giamaicano, bronzo in staffetta, Rohan Watson. Ed ancora l’argento iridato di Leonardo Fabbri contro la leggenda Joe Kovacs ed il campione europeo in sala Zane Weir, un triplo femminile degno di una finale di un grande appuntamento con Ricketts, Lafond (già arrivata a Rovereto per prendere confidenza con la pedana dello Stadio Quercia), Derkach e Cestonaro, 400 metri femminili con altre quattro medaglie di Budapest 2023 e tanti azzurri di primo livello, compresa la primatista italiana Roberta Bruni che torna a Rovereto dodici mesi dopo aver migliorato il record tricolore nell’asta. Sono solo alcuni numeri e dati della 59° edizione del Palio Città della Quercia che si disputerà a Rovereto mercoledì 6 settembre prossimo.

Presentazione del 59.Palio citta' della Quercia (foto M. Volcan)
Presentazione del 59.Palio citta' della Quercia (foto M. Volcan)

Il Palio Città della Quercia è stato presentato ufficialmente stamane presso la Campana dei Caduti di Rovereto grazie all’ospitalità dell’omonima fondazione guidata dal reggente dottor Marco Marsilli. Una presentazione che ha avuto come graditi ospiti il sindaco di Rovereto Francesco Valduga accompagnato dall’assessore allo sport Mario Bortot, Ivano Fracchet in rappresentanza della Comunità della Vallagarina, Giampiero Lui quale vicepresidente dell’APT di Rovereto, Vallagarina e Monte Baldo, il presidente di FIDAL Trentino Dino Parise e la presidentessa del CONI Trentino Paola Mora.
Carlo Giordani, presidente dell’Us Quercia, ha così potuto svelare i nomi che compongono il cast dell’edizione numero 59 del meeting su pista più antico d’Italia.
“Il Palio resiste, nonostante tutto. Nonostante le difficoltà economiche, burocratiche e amministrative che ogni anno si fanno più complesse. Vogliamo tenere duro, in vista della 60ima
edizione ma non nascondo la sempre più forte convinzione che nel prossimo futuro andrà studiata una formula diversa dal punto di vista organizzativo. Non posso però che ringraziare gli sponsor
che ci sostengono ancora, pur lamentando la completa distanza del tessuto imprenditoriale roveretano da un evento che garantisce una vetrina unica alla Città di Rovereto, con due ore di trasmissione televisiva in oltre 50 nazioni del mondo”.
Il dottor Marco Marsilli non ha nascosto come la Fondazione Campana dei Caduti non poteva che abbracciare la proposta dell’Us Quercia. “La Campana dei Caduti è simbolo di pace e di unione, principi e valore che l’accomunano allo sport e l’internazionalità del Palio Città della Quercia non può che sposarsi alla perfezione con la nostra realtà. Da parte nostra non può mancare l’augurio che l’edizione 2023 sia all’altezza se non meglio delle precedenti”.
La città di Rovereto si è schierata completamente a disposizione del Palio.

Le autorita' alla Campana dei Caduti (foto M. Volcan)
Le autorita' alla Campana dei Caduti (foto M. Volcan)

“Per Rovereto il Palio è una risorsa e una vetrina - ha spiegato il sindaco Valduga - e l’amministrazione comunale sarà sempre accanto a questo evento, come lo è stata in questi anni che hanno portato alla progettazione ed ora all’abbattimento della tribuna Est intitolata ad Edo Benedetti che rinascerà a breve completamente rinnovata e con un impianto indoor di ultima generazione per rendere ancora più completo lo Stadio Quercia. Grazie per la volontà di proseguire nel riproporre questo evento e per l’impegno quotidiano profuso per i giovani e per il tessuto sociale cittadino”.
Concetti rimarcati anche dall’assesore Mario Bortot. “Il mio percorso di assessore è iniziato nel 2015 proprio con il 51° Palio Città della Quercia e prosegue oggi nella consapevolezza di aver
avviato un progetto fondamentale per la crescita dell’impianto e della società tutta. Mi preme ricordare come tra poche settimane prenderà il via il cammino della facoltà di Scienze Motorie a
Rovereto e mi piace pensare ad una 60ima edizione davvero gloriosa per l’anno a venire perchè la passione ed i valori dello sport possano contaminare nuove generazioni, per far crescere i bambini
sotto ideali quali rispetto, passione, unione e lealtà”.
Dino Parise, presidente di FIDAL Trentino ha sottolineato come “l’Us Quercia sappia abbinare grandi organizzazioni ad una cura del settore agonistico che ne fanno una delle società principali del panorama italiano. Questo 2023 ha messo in mostra tanta Quercia su molti palcoscenici, sia italiani che internazionali con l’acuto del titolo italiano di Lorenzo Naidon e le maglie azzurre di Tavernini, Palumbo, Valduga, Demattè e via dicendo. L’atletica trentina non può che ringraziare sentitamente l’US Quercia per l’impegno quotidiano e per la volontà di dedicarsi alla realizzazione di un evento come il Palio Città della Quercia che richiama grande attenzione sul nostro movimento”.
Proprio le valenze sociali del Palio sono state al centro dell’intervento della presidentessa del Coni Trentino Paola Mora. “Volontariato, settore giovanile, atleti paralimpici sono coinvolti alla stregua dei campioni olimpici e mondiali in una serata di grandissimo valore: credo che sia un aspetto fondamentale e da sottolineare, perchè senza la passione e la voglia di fare di ciascuno dei volontari dell’Us Quercia non sarebbe possibile vivere una giornata di sport così importante”.
Nei comunicati allegati si affronteranno nello specifico nomi e caratura degli atleti presenti a comporre il cast del 59° Palio Città della Quercia di mercoledì 6 settembre.
IN TV - Il Palio Città della Quercia sarà trasmesso in diretta su Raisport dalle 20 alle 22 con l’agenzia internazionale SportFive che si preoccuperà di diffonderlo in oltre 50 nazioni di tutti i continenti.
I BIGLIETTI - Si ricorda come i biglietti per assistere al Palio Città della Quercia numero 59 siano disponibili per la prenotazione attraverso il sito web dell’evento (https://paliocittadellaquercia.it/biglietti/) al prezzo di 15€ per gli adulti (nati nel 2003 e anni precedenti) mentre gli under 20 (nati dopo il 31/12/2003) il biglietto sarà gratuito, previo ritiro del biglietto di accesso presso la biglietteria dello Stadio Quercia a partire dalle ore 17 del 6 settembre prossimo.
Permane la possibilità di godere di una tariffa agevolata di 8€ per gli adulti tesserati FIDAL. La prenotazione dei biglietti è possibile fino ad un’ora prima dell’inizio dell’evento; doveroso ricordare come da alcune settimane siano in corso lavori per la demolizione (appena ultimata) e successivo rifacimento della tribuna orientale dello Stadio Quercia che andrà ad ospitare un prezioso impianto di atletica indoor oltre a ulteriori locali di servizio. Di conseguenza la tribuna non sarà disponibile
per il Palio Città della Quercia 2023.

Foto di gruppo alla Campana dei Caduti (foto M. Volcan)
Foto di gruppo alla Campana dei Caduti (foto M. Volcan)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,016 sec.