logo unione sportiva quercia

Trentingrana Itas Mutua Dolomiti Energia Trentino
seguici su
seguici su Facebook seguici su Instagram
Varie

Crippa e tanto azzurro al Palio

La prima gara su pista di Yeman Crippa dopo il magnifico oro europeo, ma anche tanti protagonisti dell’atletica mondiale e molti dei migliori azzurri. Al Palio della Quercia, il classico meeting di Rovereto, l’attesa principale di solito è per le star internazionali. Stavolta, nell’edizione numero 58 di martedì, i riflettori sono invece soprattutto sull’azzurro che ha conquistato due medaglie alla rassegna continentale. Nell’ultima gara della serata, di fronte al pubblico del suo Trentino, il 25enne delle Fiamme Oro correrà sui 5000 metri, la stessa distanza in cui è riuscito a mettersi al collo il bronzo a Monaco prima di festeggiare il titolo su quella più lunga. L’obiettivo dichiarato è di viaggiare forte, con la possibilità di avvicinare il suo record italiano, fissato a 13:02.26 a Ostrava due anni fa. Al via anche Pietro Riva (Fiamme Oro), quinto nei 10.000 del trionfo in Baviera, e il keniano Felix Kiptarus Korir, già sconfitto sabato da Yeman nella corsa su strada di Feltre, senza dimenticare l’etiope Nibret Melak, vincitore nel cross alle ultime due edizioni della Cinque Mulini.

DOSSO NEI 100 - Ma non sarà Crippa l’unico medagliato azzurro di Monaco al via, nella tappa Silver del World Athletics Continental Tour. In gara sui 100 metri Zaynab Dosso, splendida prima frazionista della 4x100 che è salita sul podio con un entusiasmante bronzo agli Europei, dopo il settimo posto nella prova individuale. La sprinter delle Fiamme Azzurre troverà le statunitensi Twanisha Terry (10.82 quest’anno), oro mondiale in staffetta, Kayla White e Javianne Oliver, insieme alla tedesca Rebekka Haase, che ha condotto la sua 4x100 al successo europeo, in una gara che tra le altre vedrà ai blocchi di partenza Irene Siragusa (Esercito).

DALLE PEDANE - Nel peso gli azzurri Nick Ponzio (Athletic Club 96 Alperia), quarto agli Europei, e Leonardo Fabbri (Aeronautica), in crescendo di condizione come ha dimostrato con il settimo posto continentale, sfidano lo statunitense bronzo mondiale Josh Awotunde e altri lanciatori da oltre ventuno metri, ovvero il neozelandese Jacko Gill, l’americano Roger Steen e l’ucraino Roman Kokoshko, ma anche Sebastiano Bianchetti (Fiamme Oro). Al quarto posto si è piazzato a Monaco anche il triplista Tobia Bocchi (Carabinieri) che prosegue la sua stagione affrontando Donald Scott (Usa), sesto ai Mondiali, e Simone Biasutti (Fiamme Gialle).

Nell’asta di nuovo in pedana Roberta Bruni (Carabinieri), ancora in forma dopo il 4,60 di venerdì a Losanna, ed Elisa Molinarolo (Fiamme Oro) per misurarsi con l’ucraina Yana Hladiychuk.

IN PISTA - Tutti da seguire gli 800 metri: al femminile con Elena Bellò (Fiamme Azzurre), scesa due volte sotto 1:59 in stagione prima di uscire in semifinale a Monaco, e le compagne di club Gaia Sabbatini, finalista dei 1500 agli Europei, ed Eloisa Coiro, a sua volta migliorata quest’anno. In gara il bronzo continentale tra le donne, la polacca Anna Wielgosz, e anche al maschile, l’irlandese Mark English: qui rientra in azione Simone Barontini (Fiamme Azzurre) dopo il settimo posto europeo. Di elevato tasso tecnico le gare sul giro di pista: il campione olimpico con il quartetto statunitense Michael Cherry e il britannico bronzo europeo (e oro in staffetta) Alex Haydock-Wilson sono i principali avversari nei 400 di Edoardo Scotti (Carabinieri) e Vladimir Aceti (Fiamme Gialle), l’olandese campionessa europea della 4x400 Eveline Saalberg e la giamaicana Junielle Bromfield per le azzurre Alice Mangione (Esercito) e Virginia Troiani (Cus Pro Patria Milano). Nei 400 ostacoli José Bencosme (Gs Avis Barletta) e Mario Lambrughi (Atl. Riccardi Milano 1946), per confrontarsi con il francese Ludvy Vaillant quarto a Monaco, mentre al femminile Eleonora Marchiando (Carabinieri) con l’ucraina vicecampionessa europea Viktoriya Tkachuk.

LE ALTRE GARE - Probabile duello nel lungo tra l’argento iridato, la nigeriana Ese Brume, e la ‘brit’ Jazmin Sawyers, terza a Monaco: c’è Ottavia Cestonaro (Carabinieri), che ha raggiunto la finale europea nel triplo. Nei 100 il canadese Brendon Rodney metterà in mostra l’oro di Eugene nella 4x100 contro Cravont Charleston (Usa) e il liberiano Emmanuel Matadi, capaci di correre in meno di dieci secondi quest’anno, ma è iscritto anche l’ivoriano Arthur Cissé. E ancora nel salto in alto il tedesco Tobias Potye, in pedana dopo l’argento di Monaco alle spalle di Tamberi, e il neozelandese Hamish Kerr, bronzo iridato indoor a Belgrado, con Christian Falocchi (Fiamme Oro) e Manuel Lando (Aeronautica). Tornando al mezzofondo, nei 3000 al via Marta Zenoni (Luiss), Elisa Bortoli (Esercito) e la sudafricana due volte campionessa olimpica degli 800 metri Caster Semenya, a Rovereto tredici anni dopo la presenza del 2009 a pochi giorni dal titolo iridato di Berlino.

TV - Prevista la trasmissione in diretta tv per il Palio Città della Quercia di Rovereto su RaiSport dalle 20.30 alle 22.00 di martedì 30 agosto.

BIGLIETTI - I biglietti di ingresso sono in vendita esclusivamente online (paliocittadellaquercia.it/biglietti/) al prezzo di 20 euro per la tribuna coperta e di 10 euro per il resto dell’impianto. Promozione speciale per gli under 19 che potranno godere dell’ingresso gratuito.

Iscritti/Risultati
Programma Orario

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.